Testo Calore – Renato Zero

Di | 19 novembre 2011

Album: Artide Antartide (1981)
Testo della canzone Calore di Renato Zero
Io ritorno indietro a ieri?
Ai piaceri ai dolori.
Io rinasco volentieri?
Io, non resto qua, non voglio la carità !
Una capanna lungo il fiume.
Cacciatore, se avrò fame?
Dalla terra generosa,
se saprò aspettare nascerà  una rosa?
E’ vero?
Su quel veliero in mezzo al mare naufragavo? E’ vero!
Per un morso di serpente, sarei morto?E’ vero?
Che soffrivo, per il caldo e il gelo?
E’ vero?
Che ogni volta che fallivo, mi si apriva il cuore?
Che barattavo le mie pelli per un po’ d’amore?
Amore? Una montagna da violare, l’amore.
Tu lo sai
Perché mai, ho tradito il mio coraggio?
Perché poi mi rassegno così?
L?automobile va?
Costa sangue ormai il petrolio.
E la fabbrica chissà  se riaprirà ?
Lascerò il posto mio,
a chi dorme e non si sveglia?
A chi cieco si accetta com’è.
Lasciami provare?
Se mi posso riscattare!
Lascia che tramonti il sole?
Lascia pure la vendetta, a chi, vendetta vuole!
Agli ingordi, una vetrina?
Al condannato un altro giorno?
E a chi avrà  pagato? fuori dall’inferno!
Vieni via
Pure tu?
Prima che sia troppo tardi?
Altrimenti, ti perdi chissà ?
Lascia che tocchino il fondo!
Che si litighino il mondo?
Casomai ritroveremo Noè!!!
Porta, il cane tuo fedele?
Un po? di riso, due candele?
Per il sogno più ardito che hai!
Quando il cielo scoppierà ?Noi saremo già  lontani!!!
Tutte le canzoni di Renato Zero

Link Sponsorizzati