Testo Contessa Miseria – Carmen Consoli

Di | 12 aprile 2013

Album: Mediamente Isterica (1998)
Testo della canzone Contessa Miseria di Carmen Consoli
L’ho incontrata diverse volte piuttosto ubriaca
la chiamavano contessa miseria
per la sua aridita’
era disperatamente sola
alle porte dei sessanta
tristemente avvolta da vistose piume di struzzo e volgari ferraglie
sul muro della sua casa la scritta

contessa miseria
la vita prima o poi
estiunge il suo debito
contessa miseria
la vita prima o poi colpisce a sorpresa

Nei suoi occhi il terrore costante del tempo che passa
ed avrebbe dato qualunque cosa per un elisir
di lunga vita
era disperatamente sola
alle porte dei sessanta
dolcemente assorta tra gloriosi ricordi impregnati di ciprie e di rien ve na plus

contessa miseria
la vita prima o poi
estiungue il suo debito
contessa miseria
la vita prima o poi colpisce a sorpresa

senza chiedere
senza preavviso
contessa miseria
la mente ibernata a vent’anni
vittima dell’inganno di questo secolo
che rincorre il mito di forme avvenenti
e di chirurgia estetica

contessa miseria
la mente non cambia
contessa miseria
la mente non cambia
contessa miseria
la mente non cambia
contessa miseria
la mente non cambia

contessa miseria
contessa miseria
la mente ibernata a vent’anni

Tutte le canzoni di Carmen Consoli