Testo Le Belle Compagnie – Roberto Vecchioni

By | 14 gennaio 2013

Album: Elisir (1976)
Testo della canzone Le Belle Compagnie di Roberto Vecchioni
Lieti vivevano in un castello
col marcondirondirondello;
mai avevan visto un contadino:
facevan tardi a tirar mattino.
E whisky kid col suo cirano
e un produttore napoletano
registi, critici e premi vari,
rossi al crepuscolo i cardinali.

Erano al centro dell’argomento
tutta questione d’allenamento;
di notte a turno scendevan le scale
gridando al buio della sala centrale:

Su, dimmi, specchio delle mie brame,
chi è il più anarchico del reame?
su, dimmi specchio delle mie brame,
chi è il più anarchico del reame?

Tutte le canzoni di Roberto Vecchioni