Testo Qualcuno Normale – Fabri Fibra

Di | 16 novembre 2012

Album: Controcultura (2010)
Testo della canzone Qualcuno Normale di Fabri Fibra
(Fibra)
Bella Marracash! Ma c’è qualcuno normale qui?

Cammino sempre con le spalle al muro, è scomodo
Come un politico sta con Marco Travaglio in culo
Fabio Fazio fanculo e col cazzo mi inviti più
Quanti cazzi nella parola Sti cazzi , Aldo Bu…
Mamma, uccido quel tronista, voglio prendere il suo posto
Voglio i poster, facce decomposte
Prendo il primo volo, ammazzo l’hostess
Atterro col paracadute sopra quattro preti alle giostre

Rit. (Fibra)
Qualcuno mi dica che tutto questo è normale
Qualcuno mi dica che tutto questo è normale
Qualcuno mi dica che tutto questo è normale
Tutto questo è normale, tutto questo è normale
Lavori una vita ma tutto questo è normale
Non c’è via di uscita ma tutto questo è normale
La gente è impazzita ma tutto questo è normale
Tutto questo è normale, tutto questo è normale

(Marracash)
O-odio i figli di Pooh e i figli di pa’, mi intendi
A tutti questi dico fu-fu-fu-fu-fuck, inetti
Qua ti danno un anno per un grammo, rito abbreviato
Tu-tu fai il test, scopri se il tuo lui è un micio o un macho
Zio, può essere che ho visto tua madre in webcam
Sorveglia tua sorella, si veste già  come le Bratz
Ai reality vince un cantante gay, ok
Ma com’è che fa a vincere MTV Awards Best Male?
Cari fratelli d’Italia l’Italia non si desta, è uno scempio
Fanno bordello in centro solo per la Champions
Indossa l’elmo di Scipio perchè ti legno e ti scippo
E tu che cazzo fai? Come diceva Zucchero a Pippo
Fanculo RTL e tutte quelle radio
Meglio la sigla NCS, Non Ci Siamo
Neanche mia mamma ricorda più come mi chiamo
Non chiamarlo La Pupa e Il Secchione
Ma La Troia e Il Caso Umano

Rit.

(Fibra)
Voglio fare un po’ di soldi come Giorgio Armani
Vieni qui o ti taglio le mani
Come la cronaca degli italiani, l’acrobata che
Perde equilibrio, vibro, ti do l’antidoto
Non mi dire No, non ci piace l’erba
Fammi assaggiare (pfff), eh già , sa di merda
Il mio disco è fuori, ogni ragazza lo compra e va fuori
Critichi, non mi sfiori, zone d’ombra
Dalla culla alla tomba è un nulla
Mi sveglio e penso Cazzo, sono ancora vivo
Le ragazze mi amano, io le scarto e le getto
Come un preservativo

Rit.
Tutte le canzoni di Fabri Fibra