Testo Signor Giudice – Roberto Vecchioni

By | 5 novembre 2011

Album: Robinson, Come Salvarsi La Vita (1979)
Testo della canzone Signor Giudice di Roberto Vecchioni
Signor giudice
Le stelle sono chiare
Per chi le può vedere
Magari stando al mare
Signor giudice
Chissà  chissà  che sole
Si copra per favore
Che le può fare male
Immaginiamo che avrà 
Cose più grandi di noi
Forse una moglie
Troppo giovane
E ci scusiamo con lei
D’importunarla così
Ma ci capisca
In fondo siamo uomini così così
Abbiamo donne abbiamo amici così così
Leggiamo poco leggiamo libri così così
E nelle foto veniamo sempre così così

Signor giudice
Lei venga quando vuole
Più ci farà  aspettare
Più sarà  bello uscire
Signor giudice
Si compri il costumino si mangi l’arancino
coi suo pomodorino
Noi siamo tanti siam qua, già  la chiamiamo papà 
Di quei papà 
Che non si conoscono

Quel giorno quando verrà  giudichi senza pietà 
Ci vergogniamo tanto d’essere uomini
così così

Sogniamo poco sogniamo sogni così così
Abbiamo nonne abbiamo mamme così così
E quasi sempre sposiamo mogli così così
Se ci riusciamo facciamo figli così così
Abbiamo tutti le stesse facce così così
Viaggiamo poco, vediamo posti così così
Ed ogni sera ci ritroviamo così così

Signor giudice noi siamo quel che siamo
Ma l’ala di un gabbiano può far volar lontano
Signor giudice qui il tempo scorre piano
Ma noi che l’adoriamo coi tempo ci giochiamo
L’ombra sul muro non è una regola
Però ci fai l’amore per abitudine
Lei certamente farà  quello che è giusto
Per noi che ci fidiamo e continuiamo
A vivere così così così

Sappiamo poco sappiamo cose così così
Ci accontentiamo perchè noi siamo così così
A casa nostra ci sono quadri così così
E se c’è sole è sempre sole così così
Sogniamo poco sogniamo sogni così così
E nelle foto veniamo sempre così così
Ed ogni sera ci ritroviamo così così
Tutte le canzoni di Roberto Vecchioni