Testo Sos – Gigi D’Alessio

By | 28 marzo 2013

Album: Ora (2013)
Testo della canzone Sos di Gigi D’Alessio
Fermi tutti così
mani in altro arrendetevi
E’ il postino che bussa
è riuscito a raggiungervi

travestito da Robin Hood
con frecce nella cartella.
Ma cos’è questo Spread?
non lo vendono in farmacia.

Come Ginger e Fred
fa ballare l’economia.
Sorridenti i vampiri,
che Dio salvi gli emiri.

Sos, ma che stress,
quei discorsi sono un pungo allo stomaco
bla bla bla che si fa,
qui la nave affonda e loro discutono.

Chi sa nuotare e chi no,
orami si salvi chi può,
dove va la bandiera.

Dove vai, dove sei,
bella patria di poeti e di tanti eroi.
Tornerai, prima o poi,
quella bella donna madre di tutti noi.

Chi ti ha rubato la luna
in questa notte un po strana:
questa notte Italiana.

Prima le previsioni
per sapere se pioverà ,
oggi le proiezioni
per capire che tempo fa.

E’ sempre pieno il salotto,
sarà  mica un complotto.

Sos, ma che stress,
quei discorsi sono un pugno allo stomaco;
bla bla bla che si fa,
qui la nave affonda e loro discutono.

Chi sa nuotare e chi no,
ormai si salvi chi può,
dove va la bandiera.

Prima noi spettatori di storie incredibili,
oggi noi siamo attori di parti impossibili, eh già .

Dove vai, dove sei,
bella patria di poeti e di tanti eroi.
Tornerai, prima o poi,
quella bella donna madre di tutti noi.

Chi ti ha rubato la luna
in questa notte un pò strana;
questa notte Italiana.

Sos, ma che stress,
quei discorsi sono un pugno allo stomaco;
bla bla bla che si fa,
qui la nave affonda e loro discutono.

Chi ti ha rubato la luna
in questa notte un pò strana:
questa notte Italiana!
Tutte le canzoni di Gigi D’Alessio