Testo Tutti All’Inferno – Antonello Venditti

Di | 15 giugno 2012

Album: Prendilo Tu Questo Frutto Amaro (1995)
Testo della canzone Tutti All’Inferno di Antonello Venditti
Pentiti, suddito pentiti, hai fatto tanto hai fatto pure troppo,
adesso restituisci sto malloppo. Cazzo.
L’avevo detto che questo mondo non era perfetto,
ma qui tra il dare e l’avere i conti non tornano ancora.
La nostra storia non è soltanto una grande piovra,
ci vogliono un cuore, due mai e tre palle per vivere ancora.
E giacca e cravatta nell’azzurro te ne vai,
oh, è il nuovo che avanza, non lo senti il suo chiamare,
sei già  nella lista del clan di Belzebù,
tutti all’inferno del fuoco eterno,
e poi giù, giù, giù, giù,
giù, giù, giù, giù,
giù, giù, giù, giù.
Buon giorno amore, oh, fuori c’è il sole,
è bello restarsene ancora abbracciati sotto le lenzuola.
Fuori c’è Roma, e una domenica di primavera,
andremo a passeggio per le strade del centro fino a piazza Navona.
Ma giacca e cravatta da domani te ne andrai,
oh, è il nuovo che avanza, non lo senti il suo viavai,
sei già  nella lista del clan di Belzebù,
tutti alla festa, la grande festa,
ancora più giù, giù, giù, giù,
giù, giù, giù, giù,
giù, giù, giù, giù,
giù, giù, giù, giù.
L’avevo detto che questo mondo non era perfetto,
ma qui tra il dare e l’avere i conti non tornano ancora,
non tornano ancora, non tornano ancora,
non tornano ancora, non tornano ancora…

Tutte le canzoni di Antonello Venditti