Testo Un mese di ritardo – Gigi D’Alessio

By | 18 giugno 2012

Album: Scivolando Verso L’Alto (1993)
Testo della canzone Un mese di ritardo di Gigi D’Alessio
Pe tte’ forse è fredda sta sabbia,
mettimece ‘e scarpe nun correre cchiù.
Ormai sei di un mese in ritardo,
nisciuna speranza putimme tenè,
eppure guardannete buon’ già  sotto
il tuo seno c’è un chilo di più, ca pure
stann’ riun’ nun può cancellà .
Siettete ‘ncopp’ a sta seggia,
si ‘a cap’ te gira putisse cadè, e po’
nun fa ‘a scema dimmell’ si ‘a famm’ te piglia
che scuorn’ ce sta.
Mò accatt’ nu pacc’ ‘e biscott’
e ‘o bicchiere cu latte te faccio scarfà ,
e po’ che fa si sta giacca te va long’ ‘e maneca.
Tu che ancora ira crescere, sai che nun è na bambola,
te sta accort’ a lo stregnere,
se fa male e po’ chiagnere.
Quei dolori e pianti è ‘o prezzo ca tu pav’ pe l’avè,
e nemmeno i Santi te ponn’ dà  na mano a nun suffrì.
Tu che ancora ira crescere gli darai corpo e anima,
dint’e strille ‘o fai nascere,
mentre io chissà  si aspettanno me ‘mpar’ e fumà .
Io e te comme simme divers’, chissà  quann’ basce
a chi po’ assumiglià  avrà  il tuo carattere forte che
stessi problem’ pe farlo studià , po’ invece
si nu pianoforte gli dà  l’emozione che prova papà ,
e quann’ ten’ dieci anne va pazz’ pe ‘a musica.
Tu che ancora ira crescere, sai che nun è na bambola
Tu che ancora ira crescere, sai che nun è na bambola,
te sta accort’ a lo stregnere,
se fa male e po’ chiagnere.
Quei dolori e pianti è ‘o prezzo ca tu pav’ pe l’avè,
e nemmeno i Santi te ponn’ dà  na mano a nun suffrì.
Tu che ancora ira crescere gli darai corpo e anima,
dint’e strille ‘o fai nascere,
mentre io chissà  si aspettanno me ‘mpar’ e fumà .
Tutte le canzoni di Gigi D’Alessio