Valerio Millefoglie – Il conduttore elettrico della Virginia

Di | 27 aprile 2012

“Il Conduttore Elettrico della Virginia” è uno dei dieci amici tratti da “I miei migliori amici immaginari”.

Ci siamo conosciuti a pagina 268 del Guinnes dei Primati del 1989, nella sezione Piccoli e grandi imprese. Il suo vero nome era Roy C. Sullivan, faceva il guardia boschi e nel corso della sua esistenza fu colpito da sette fulmini. Perse cappelli, capelli, ma mai la vita. Fino a che s’innamorò di una donna che non ricambiò il suo colpo di fulmine. E allora perse ogni cosa.

“Il Conduttore Elettrico della Virginia”, come le altre canzoni dell’album, è stato registrato da Tommaso Colliva e prodotto e arrangiato da Massimo Martellotta dei Calibro 35, che per l’occasione si è trasformato in una one man band suonando tutti gli strumenti.

Valerio Millefoglie (Bari 1977) è anche scrittore e performer. Oltre all’album “I miei migliori amici immaginari” (Quiet, please!/Emi) ha pubblicato “Scontrini. Racconti in forma di acquisto” (con Matteo B. Bianchi), “Manuale per diventare Valerio Millefoglie” (entrambi Baldini&Castoldi Dalai editore) ed è uscito a marzo 2012 con “L’attimo in cui siamo felici” (Einaudi Stile Libero).

Valerio Millefoglie è in tour con un nuovo spettacolo “IL GRANDE SHOW SENZA BALLETTO” insieme a Gianni Miraglia e Geppi Cuscito.

16 maggio: Le Mura, Roma
22 maggio: BTOMIC, La Spezia
23 maggio: Le Murate, Firenze
29 maggio: Teatro Piccola Compagnia Impertinente, Foggia
23 giugno: notte bianca a Lissone

IL GRANDE SHOW SENZA BALLETTO è un esperimento che rappresenta l’incontro tra percorsi artistici molto diversi: quelli di Valerio Millefoglie (scrittore e musicista), Gianni Miraglia (scrittore e agitatore di sé stesso) e Geppi Cuscito (Casino Royale). Uno spettacolo che trae ogni spunto possibile dalla vita quotidiana dei protagonisti, ma che al contempo è quanto di più surreale possiate immaginare di vedere. Uno show che comincia come un programma tv di confessioni, ma che subito diventa un concerto, poi uno spoken word, un karaoke-bar finlandese, un documentario sulla prima lacrima della storia dell’umanità, un monologo sugli amori inesistenti e un live dei Public Enemy. Sul palco l’epica della quotidianità, tra illusioni, delusioni e speranze nascoste. Il tutto connotato da riverberi, echi, suoni, drummachine e campionatori. Tanto sudore e amore, fra palco e pubblico.

Gianni Miraglia è l’autore del romanzo Six Pack (2008, Arcana) e di Muori Milano muori! (2011, Elliot Edizioni). Per Rolling Stone cura la rubrica Buona disoccupazione: un anno per rifarmi la vita.

Geppi Cuscito è il bassista dei Casino Royale e tecnico del suono presso lo studio Royality. Collabora inoltre con altre band milanesi e progetti musicali nella veste di produttore, fonico e musicista (Peter Sellers & the Hollywood Party, Angel Ros, Gianni Miraglia ed altri).