Testo A Cumba – Fabrizio De André

By |

Album: Anime Salve (1996)
Testo della canzone A Cumba di Fabrizio De André
(La colomba)

Pretendente:
Gh’aivu ‘na bella cùmba ch’à  l’é xeà»a foea de cà 
gianca cun’à  néie ch’à  deslengue a cian d’à  sà¢

Avevo una bella colomba che è volata fuori casa
bianca come la neve che si scioglie a pian del sale

Duv’a l’é duv’a l’é

dov’è dov’è

che l’han vursciua vedde cegࢠl’à e a stù casà¢
spéita cume l’aigua ch’à  derua zà» p’ou rià 

che l’hanno vista piegare le ali verso questo casale
veloce come l’acqua che precipita dal rio

Nu ghe n’é nu ghe n’é nu ghe n’é

non ce n’è non ce n’è non ce n’è

Padre:
Cau ou mè zuenottu ve porta miga na smangiaxun
che se cuscì fise puriesci anà vene ‘n gattixun
Nu ghe n’é nu ghe n’é nu ghe n’é

Caro il mio giovanotto non vi porta mica qualche prurito
che se così fosse potreste andarvene in giro per amorazzi
non ce n’è non ce n’è non ce n’è

Pretendente:
Vegnu d’ࢠcࢠdu rattu ch’ou magun ou sliga i pà«

Vengo dalla casa del topo che l’angoscia slega i piedi

Padre:
Chi de cumbe d’à¢tri ne n’é vegnà»e nu se n’é posé

Qui di colombe d’altri non ne son venute non se ne son posate

Pretendente:
Vegnu c’ou coeu marottu de ‘na pasciun che nu ghe n’è

Vengo con il cuore malato di una passione che non ha uguali

Padre:
Chi gh’é ‘na cumba gianca ch’ࢠnu l’é ࢠvostra ch’ࢠl’é a me
Nu ghe n’é à¢tre nu ghe n’é / nu ghe n’é à¢tre nu ghe n’é

Qui c’è una colomba bianca che non è la vostra che è la mia
Non ce n’è altre non ce n’è / non ce n’è altre non ce n’è

Coro:
A l’e xà«uࢠࢠl’é xà«uࢠ/ a cumba gianca
de noette ࢠl’é xà«uࢠ/ au cian d’ࢠsà¢
A truvian ࢠtruvian / ࢠcumba gianca
de mazu ࢠtruvian / au cian d’ou pan.

E’ volata è volata / la colomba bianca
di notte è volata / a pian del sale
La troveranno la troveranno / la colomba bianca
di maggio la troveranno / al pian del pane

Pretendente:
Vui nu vuriesci dà mela sta cumba da maià¢
gianca cum’ࢠneie ch’à  deslengue ‘nt où rià 
Duv’a l’é duv’a l’é / duv’a l’é duv’a l’é

Voi non vorreste darmela questa colomba da maritare
bianca come la neve che si scioglie nel rio
dov’è dov’è dov’è dov’è dov’è

Padre:
Mié che sta cumba bella a stà  de lungu a barbaciu
che nu m’à  posse vèdde à  scricchi ‘nte n’à¢tru niu
Nu ghe n’é à¢tre nu ghe n’é / nu ghe n’é à¢tre nu ghe n’é

Guardate che bella colomba è abituata a cantare in allegria
che io non la debba mai vedere stentare in un altro nido
non ce n’è non ce n’è / non ce n’è non ce n’è

Pretendente:
A tegnio à  dindanà se suttà  ‘n angiou de melgranà¢
cù a cua ch’ou l’ha d’ࢠsèa ࢠman lingèa d’ou bambaxia
Duv’a l’é duv’a l’é / duv’a l’é duv’a l’é

La terrò a dondolarsi sotto una pergola di melograni
con la cura che ha della seta la mano leggera del bambagiaio
dov’è dov’è dov’è dov’è dov’è

Padre:
Zuenu ch’à¢ei bén parlòu ‘nte sta seian-a de frevà¢

Giovane che avete ben parlato in questa sera di febbraio

Pretendente:
A tegnio à  dindanà se suttà  ‘n angiou de melgranà¢

La terrò a dondolarsi sotto una pergola di melograni

Padre:
Saèi che sta cumba à  mazu a xeuࢠd’ࢠmà« ‘nt ࢠvostra cà¢

Sappiate che questa colomba a maggio volerà  dalla mia nella vostra casa

Pretendente:
Cu ‘ࢠcua ch’ou l’ha d’ࢠsea ࢠmà¢n lingea d’ou bambaxia
Nu ghe n’é à¢tre nu ghe n’é / nu ghe n’é à¢tre nu ghe n’é

Con la cura che ha della seta la mano leggera del bambagiaio
non ce n’è altre non ce n’è / non ce n’è altre non ce n’è

Coro:
A l’e xà«uࢠࢠl’é xà«uࢠ/ a cumba gianca
de noette ࢠl’é xà«uࢠ/ au cian d’ࢠsà¢
A truvian ࢠtruvian / ࢠcumba gianca
de mazu ࢠtruvian / au cian d’ou pan.

E’ volata è volata la colomba bianca
di notte è volata a pian del sale
La troveranno la troveranno la colomba bianca
di maggio la troveranno a pian del pane

Duv’a l’é duv’a l’é / ch’ࢠne s’ascunde
se maia se maia / au cian dou pan
cum’a l’é cum’a l’é / l’é cum’ࢠneie
ch’ࢠven zu deslenguࢠ/ da où rià .

dov’è dov’è che ci si nasconde
si sposerà  si sposerà  a pian del pane
Com’è com’è è come la neve
che viene giù sciolta dal rio

A l’e xà«uࢠࢠl’é xà«uࢠ/ a cumba gianca
de mazu ࢠtruvian / au cian d’ࢠsà¢
Duv’a l’é duv’a l’é / ch’ࢠne s’ascunde
se maia se maia / au cian dou pan

E’ volata è volata la colomba bianca
di maggio la troveranno al pian del sale
dov’è dov’è che ci si nasconde
si sposerà  si sposerà  al pian del pane

Cùmba cumbétta / beccu de séa
sérva à  striggiùn c’ou maiu ‘n giandùn
Martin ou và  à  pà« / cun’ l’aze deré
foegu de légne anime in à§é.

Colomba colombina becco di seta
serva a strofinare per terra col marito a zonzo
Martino va a piedi con l’asino dietro
fuoco di legna anime in cielo

Tutte le canzoni di Fabrizio De André