Testo Alibi – Vasco Rossi

By |

Testo della canzone Alibi di Vasco Rossi
Album: Colpa d’Alfredo (1980)
Comunque non è questo il modo di fare
disse il commerciante all’uomo del pane
domani sarà  festa in questo stupido paese
ma non per noi che stiamo a lavorare
e l’uomo del pane fece finta di niente e se ne andò tranquillamente
aveva tante tante tante cose da fare e poi lui non ci poteva fare niente

A questo punto la signora disse per favore
son qui da un quarto d’ora e lei mi deve ancora servire
La prego signora mi scusi che cosa vuole
Vorrei un’etto e mezzo di prosciutto e un po di cipolline ancora cipolline
Va bene gliele incarto…così fanno sessanta mila tonde…mi scusi non ho il resto…le do anche quttrocento caramelle…in cartone?…no, sciolte!

Fu proprio in quell’istante che la porta si aprì entrò un uomo col vestito nero…e disse:
tutti a terra faccia contro il muro questa è una rapina per davvero
la donna fece un urlo acuto e dopo svenne in mezzo a tutte le sue caramelle…e poi le cadde addosso tutto lo scaffale dei regali di natale
Nessuno fuori si accorse di niente,
la polizia arrivò dopo la gente
e fece un sacco di domande
e prese anche le impronte
Poi disse al commerciante deve sporgere denuncia per adesso contro ignoti ma vedrà  che saran pochi non si deve preoccupare lei ci faccia lavorare noi sappiamo come fare deve solo collaborare

Lo portarono in questura e lo fecero sedere
uscirà  tra qualche mese
dice devono accertare controllare verificare analiazzare eventuali convivenze…coincidenze

Alibi…alibi…alibi alibi alibi alibi alibi alibi alibi alibi aaaaahhhhh

Tutte le canzoni di Vasco Rossi