Testo Barabba – Jovanotti

By |

Album: Lorenzo 1994 (1994)
Testo della canzone Barabba di Jovanotti
Ho già visto quelle facce, quelle espressioni
In piazza del duomo dopo le elezioni
Son le stesse che gridavan “barabba! barabba!”
“barabba! barabba!” “barabba! barabba!”

Ho già visto quelle facce in piazza venezia
Quando il duce parlava affacciato al balcone
Le ho riviste poco dopo in piazzale loreto
Quella stessa fottuta espressione

Io conosco quelle facce che bruciavan la strega
Le ho riviste rosse in faccia che gridavano “lega!”
Aggredire con violenza un passante regolare
Che quel giorno non aveva un cazzo da festeggiare

Ho già visto quelle facce in un autobus pieno
Dallo stadio ritornare affacciati al finestrino
Insultare, sputare, prendere a calci un bidone

Ho già visto quelle facce, quell’espressione
La stessa che gridava “barabba! barabba!”
“barabba! barabba!” “barabba! barabba!”

Ho già visto quelle facce a un concerto a torino
Aggredire con insulti un cantante italiano
Che cantava per il rispetto dei diritti dell’uomo
Le ho riviste l’altra sera in piazza del duomo

Ho già visto quella faccia in uno specchio riflessa
E l’ho odiata e s’odiata con tutta se stessa
La faccia di una massa che ha bisogno di eroi
Che assecondino comodamente i vizi suoi

Ho già visto quella faccia e la vedrò ancora
In un’altra piazza, in un’altra ora
Con un altro slogan con un’altra battaglia
Con un’altra fottutissima coda di paglia

Ho già visto quella faccia
Ho già visto quella faccia
La stessa che gridava “barabba! barabba!”
“barabba! barabba!” “barabba! barabba!”

Nel mio palazzo ci abita un signore anziano
Da ragazzo quel signore stato un partigiano
Nei suoi occhi c’ha lo sguardo di chi ha visto tanto
Di chi ha visto la gioia, di chi ha visto il pianto

La sua faccia che la storia vuol dimenticare
La faccia che io invece voglio ricordare
Ogni volta che sar tentato di dar ragione
A quel primo che mi passa con la soluzione

Espressione di una massa che ha bisogno di eroi
Che assecondino comodamente i vizi suoi
Ma la faccia scomoda dei bimbi africani
La fierezza negli sguardi degli uomini cubani
Un cazzotto che ci giudica continuamente
E dice cerca di essere uomo prima di essere gente!
Cerca di essere uomo prima di essere gente!
Cerca di essere uomo prima di essere gente!
Cerca di essere uomo prima di essere gente!
Tutte le canzoni di Jovanotti