Testo Il Falò – Nomadi

By |

Testo della canzone Il Falò dei Nomadi
Album: Quando Viene Sera (1986)
Respira il vento soffiando sul falò,
ravviva il fuoco sciogliendo oscurità,
salta un ragazzo oltre le fiamme,
le grida dei compagni sono già lontane.

Alta e la luna più alta del falò,
tra i pioppi tra i boschi, respirano i lupi
stanno arrivando sospinti dall’inverno,
il gelo li chiamò, la fame li stanò.

Brucerà,
la legna nel falò,
cosi l’inverno veloce se ne andrà
attorno al fuoco
svanisce ogni timore,
chi ha paura del lupo?
Del lupo chi ha paura?

Alta e la fiamma più alta della luna
sembra una voce il vento di pianura,
salta un ragazzo corre oltre la notte,
i passi dei compagni sono già lontani.

Poi arriva l’alba s’è spento il falò
nei boschi scuri già dormono i lupi,
la luce ha disperso il suo buio

Brucerà,
la legna nel falò,
cosi l’inverno veloce se ne andrà
attorno al fuoco
svanisce ogni timore,
chi ha paura del lupo?
Del lupo chi ha paura?

Tutte le canzoni dei Nomadi