Testo Il Funambolo – Riccardo Cocciante

Album: Tutti I Miei Sogni (2006)
Testo della canzone Il Funambolo di Riccardo Cocciante
Questo tempo libera la poesia.
Passa un’ora e non è più la mia
ma rimane lì, immobile
quella corda tesa tra la realtà 
e la più strana fantasia
come i minuti e le perplessità 
tra le stesse quotidianità 
ma sarò lì, libero
più vicino al cielo volerò
non precipiterò tra l’azzurro e la città 
la città  vola via
vola sopra a quell’idea
di equilibrio e simmetria
dove il tempo svanirà 
c’è il funambolo che sa
passa il tempo e il tempo dimmi che cos’è
se il presente tiene dentro sè
ogni passato prossimo
come se non fossimo già  qui
ancora immobili, così
con quei ricordi indistruttibili
quei sentimenti indivisibili
saremo lì,
fragili e nasconderemo le armonie
di certe poesie
tra l’azzurro e le città 
la città  vola via
vola sopra a quell’idea
di equilibrio e simmetria
dove il tempo svanirà 
c’è il funambolo che sa
questo tempo immobile che limita
sbriciola il futuro che verrà 
ma abbiamo già  un’anima
che conduce verso l’allegria
o la malinconia
come se spingessimo altalene
in preda alla follia
tra l’azzurro e un’idea quell’idea vola via vola sulle città 
tra equilibrio e simmetria
quando il tempo fuggirà 
il funambolo saprà 
il funambolo saprà .
Tutte le canzoni di Riccardo Cocciante