Testo La Cameriera Dei Giorni Più Belli – Cesare Cremonini

Album: Bagus (2002)
Testo della canzone La Cameriera Dei Giorni Più Belli di Cesare Cremonini
C’è una ragazza che lavora nel Garden Hotel di Roma
e si veste bene di giorno e poco la sera
e si dice abbia un passato da cameriera
e conquisti i clienti più belli col fondoschiena…

La chiamavano: la cameriera dei giorni più belli
perchè in tempo di guerra portava il sorriso ai soldati e ai ribelli,
organizzava bordelli e faceva l’amore per gioco,
adesso di lei non rimane che una stupida statua in Piazza del Duomo…
E i vecchietti ci passano davanti contenti,
perchè ritornano in mente i bei tempi
quando il pallone era ancora un bel gioco
ed il sesso era l’unico sfogo!

Sono tornato a dicembre nel Garden Hotel di Roma,
sotto una pioggia tagliente e di sabato sera,
e mi sembra di averla di fronte, la cameriera,
ma nessuno ricorda più niente del suo fondoschiena….

La chiamavano: la cameriera dei giorni più belli
perchè in tempo di guerra portava il sorriso ai soldati e ai ribelli,
organizzava bordelli e faceva l’amore per gioco,
adesso di lei non rimane che una stupida statua in Piazza del Duomo…
E i vecchietti ci passano davanti contenti,
perchè ritornano in mente i bei tempi
quando il pallone era ancora un bel gioco
ed il sesso era l’unico sfogo!
Tutte le canzoni di Cesare Cremonini