Testo L’Ingresso Della Fabbrica – Antonello Venditti

By |

Album: L’orso Bruno (1972)
Testo della canzone L’Ingresso Della Fabbrica di Antonello Venditti
L’ingresso della fabbrica e il sole che comincia
le tue labbra senza rossetto.
Le tue amiche Bolero film continuano a sognare di sognare
ancora mille storielle d’amore, strane come il tuo bambino.
Autobus pieno come la culla di Gesù, di Gesù.
I tuoi occhi piangono speranze in bianco e nero
aspetta all’uscita un uomo sposato con l’850 grigio topo.
Povero amore, povero amore
povero amore stasera, domani,
stasera, domani, qualcosa rimane come il tuo bambino.

Tutte le canzoni di Antonello Venditti