Testo Lungara – Renato Zero

Album: Artide Antartide (1981)
Testo della canzone Lungara di Renato Zero
Sussultando è andato giù
dietro la Lungara il sole,
c’è una stella ferma là 
fra una ragnatela e un trave.
Ovattata è la città ,
con le voci sue si muove
e nel corridoio ormai
cambia il passo del piantone
Chi lo sa se dormi
sui tuoi ricordi stanchi
Tra un rimorso e un dubbio
s’insinuano i suoi fianchi
Chi lo sa se sogni,
quel Tevere vicino,
l’amore fra le canne
o il volto tuo, bambino

Quattro mura, e’ una bottega
dove spendi solo tu,
una foto e qualche sega
quando non ce la fai più!
La Lungara corre là 
lunga per chi sconterà 
Chi lo sa se dormi
Roma vecchia mamma
ninna nanna, ninna nan-na!
Dormi che la notte
si porta via i pensieri
e chi ha soffiato
è fuori!
Lui no, non dormirà !
Dormi sui rancori!
La cicca fra le dita
una tirata e consumi la vita, qui!!!
Tutte le canzoni di Renato Zero