Testo Ma Si TA VoScurd – Paolo Conte

Di | 15 maggio 2008

Album: Miscellaneous
Testo della canzone Ma Si TA VoScurd di Paolo Conte
Oggi non ho voglia di patate
ogni sfizio non c pi, ogni sfizio non c pi
tanto per gradire, qualque briciola
ma lo sfizio non c pi, ma lo sfizio non c pi
Mangiar dovresti, ammazza stu penziere,
carne arrosto carib, carne arrosto carib
vabbuono nu bicchiere vino niro?
per non penzarci pi, per non penzarci cchi
Ma si ta voscurda, a mmare jettate,
libero pensatore, lassa ffa
Quellodalisca tua, sorrisi e frottole,
miezzedamaschi e sete lassa sta
nuotando rapido con occhio critico
guardala suspiraquesta citta
Sinnocarritruvamme accapo eddodici:
nun te la sai scurda,nun te la scuorde cchi
nun te la sai scurda,nun te la scuorde cchi
Chilla tiene e sguarde trasugnate
fa lindiana, o su per gi
fa lindiana, o su per gi
A niente pienza, e ci ineducato,
non indizio di virt
non indizio di virt
potremmo definirla una smargiassa,
s, ma tientelo per te
s, ma tientelo per te
Ma forse appropriato dire catastrofe,
giusto, giusto, sientamme
giusto, giusto, sientamme

Giocando a bridge, ti vedo arrante
distrattamente ti muovi tu
neh, si ta vo scurd parole emmusica
ammare jettate, nunne parlamme cchi
ammare jettate, nunne parlamme cchi!
Tutte le canzoni di Paolo Conte