Testo Masino – CARMEN CONSOLI

Album: L’Eccezione (2002)
Testo della canzone Masino di CARMEN CONSOLI

Masinu cugghieva a cirasa,
teni a cura ca sciddichi ,
vanniava a soggira.
Iddu pinsava megghiu ca mi
spicciu picchì m’a ittau.

Si misu jautu e a scala non teni,
scinni Masinu di l’avvuru, alleggiu
Si misu jautu e a scala non teni,
scinni Masinu di l’avvuru, alleggiu

A soggira, vistuta di nivuru,
sutta ‘o picu d’o suli schigghiava:
Masinu a cura si caschi
t’acciunchi . Iddu pinsava:
‘cch’è beddu stu trivulu .

Si misu jautu e a scala non teni,
scinni Masinu di l’avvuru, alleggiu
Si misu jautu e a scala non teni,
scinni Masinu di l’avvuru, alleggiu

Si misu jautu e a scala non teni,
scinni Masinu di l’avvuru, alleggiu
Si misu jautu e a scala non teni,
scinni Masinu di l’avvuru, alleggiu

Tra u picciu da soggira
e ‘ntra ca era misu mali,
a scala si ruppi, … (si rumpiu a scala)
ma iddu arristau appinnutu
‘nda l’avvuru e a bedda
cirasa arrivau n’terra.

… a bedda cirasa russa e duci.

… a bedda cirasa russa e duci
Tutte le canzoni di CARMEN CONSOLI