Testo Per Un Vecchio Bambino – Roberto Vecchioni

By |

Album: Samarcanda (1977)
Testo della canzone Per Un Vecchio Bambino di Roberto Vecchioni
E il tempo diventava ieri,
e con il tempo non crescevi,
eri la mia disperazione…
io ti dicevo Non si fa,
insomma un po’ di serietà  ;
e rispondevi Sta tranquillo,
adesso è presto, adesso no,
ma un giorno o l’altro crescerò .
E tutto quello che volevi,
giusto o sbagliato lo prendevi,
senza pensarci su un minuto,
e poi non obbedivi mai
e combinavi sempre guai…
che si trattasse di una gara,
un colpo il mondo e un colpo tu,
a chi stupiva un po’ di più?

Bimbo, bimbo mio, bimbo, bimbo mio
Bimbo, bimbo mio, bimbo, bimbo mio
che strano sogno
voltarsi intorno
e non vederti più.

E una domenica i cavalli,
le carte, le scommesse, i sogni,
vennero a dirmi: Lo lasciamo:
adesso è grande, adesso sai
non ha bisogno più di noi
ed io con tutte le parole
che in vita ho scritto, ho pianto e so
non li ho convinti a dire di no.

E a volte un po’ sovrappensiero
in qualche foglio in qualche cielo
non riesco a disegnar le stelle,
ho voglia di vedere te,
soltanto il tempo di un caffè,
e la tua faccia e l’allegria…
ma al bar mi dicono che tu
sei sempre appena andato via.

Bimbo, bimbo mio, bimbo, bimbo mio
Bimbo, bimbo mio, bimbo, bimbo mio
che strano sogno
voltarsi intorno.

Tutte le canzoni di Roberto Vecchioni