Testo Polo Sud – Roberto Vecchioni

Album: Milady (1989)
Testo della canzone Polo Sud di Roberto Vecchioni
Ma chi ce l’ha fatto fare
di partire e non tornare
a me e a te?
Com’è bianco questo bianco
cosi bianco che più bianco
non si può, o no…
cosa c’era da provare,
cosa c’era da giocare
per chi, e proprio qui?
in quest’angolo banale
l’orizzonte è sempre uguaie:
dov’è? chissà  se c’è

Solo qualche steila fredda
che non brilla e non ti guarda

e poi chi siamo noi?,
Noi seduti nella sera a sfidare la bufera:
gli eroi!
lo qui ai poio che ci faccio,
non nìi piace neanche il ghiaccio
e il pack, fa crack;
forse a far i’esploratore
era meglio i’Equatore
e là , che caldo fa!
Qui i’estate non arriva
c-è un pinguino alla deriva
che va, ma dove va?
io ho imparato ad abbaiare
per potere chiacchierare
e tu, non parli Più
ma confondo cani e vento,
quando ho riso e quando ho pianto
e lei, e lei dOV’è?
così uno fa l’amore solamente a ricordare
com’è…

atesta in giù
da due mesi ho un occhio chiuso
poi mi cola sempre il naso
e tu, dove sei tu?
Sarà  bella l’avventura
sarà  bello ma non dura
chi va un po’ più in là 
ma vuoi mettere il calore
di una strada, di un rumore
coi blu di quaggiù!

Quando andranno sulla Luna,
io quel giorno per fortuna
io no, non ci sarò:
sulia Luna c’è un castello
che finché lo sogno e bello poi no…

Ma chi ce l’ha fatto fare
ai partire e non tornare
a me e a te?
com’è bianco questo bianco
cosi bianco che più bianco
non si può o no…
o no o no….
Polo Sud Polo sud
Polo sud Polo sud
non finisce mai la sera
Polo sud
poi la notte è bianca e nera
Polo sud
ma noi, noi siamo eroi!
Polo sud
cosa c’era da cercare?
Polo sud
cosa c’era da scoprire?
Polo sud
lassù o quaggiù
Polo sud
a me prima di partire
Polo sud
mi sembrava d’impazzire
Polo sud
chissà  come sarà ?
Polo sud…
Tutte le canzoni di Roberto Vecchioni