Testo Quante volte ad aspettarti di Giordana Angi

By |

Testo della canzone Quante volte ad aspettarti di Giordana Angi

Adesso qui davanti c’è tua figlia
che stringe la tua mano
e prova a rompere il silenzio
silenzio che è passato
come l’acqua sotto i ponti
per tutti questi anni
quanti anni
perché non me li racconti?

Adesso che non c’è più niente da capire
ti guardo dentro gli occhi
e gli occhi non sanno mentire
com’erano i capelli
di mia madre da ragazza
com’erano quei baci
sotto il sole di un bel cielo in una piazza.

Quante volte ad aspettarti e tu
dov’eri?
quante notti sveglia e tu
non c’eri.

Avrei dovuto stringerti più forte senza mai lasciarti andare
avrei voluto un bacio a mezzanotte il giorno prima di Natale
farti capire
che ho bisogno di mio padre.

Adesso che ti sto guardando in faccia
e che sulla mia strada
dei tuoi passi
non c’è ancora traccia
sarebbe stupido provare del rancore
un seme resta un seme
e chi lo pianta
lo fa sempre per amore.

Quante volte ad aspettarti e tu
dov’eri?
quante notti sveglia e tu
non c’eri.

Ma avrei dovuto stringerti più forte senza mai lasciarti andare
avrei voluto un bacio a mezzanotte il giorno prima di Natale
farti capire
che ho bisogno di mio padre.

E mi chiedo se ci pensi
a volte ai primi passi
che muovevo da bambina dentro ai tuoi vent’anni
quanto tempo che è passato
te ne rendi conto?
che tua figlia adesso è grande e gira per il mondo
quante volte ad aspettarti in quella casa vuota
ma sapevo immaginare solo la tua schiena che si allontanava
senza dire niente
niente!

Avrei dovuto stringerti più forte senza mai lasciarti andare
avrei voluto un bacio a mezzanotte il giorno prima di Natale
farti capire
che ho bisogno di mio padre
avrei bisogno di essere più forte e invece resto qui a guardare
avrei bisogno di tirare fuori quello che non riesco a dire
per smettere di stare male
di stare male.

E adesso che non c’è più niente da capire
ti guardo dentro gli occhi
e gli occhi non sanno mentire.

Tutte le canzoni di Giordana Angi