Testo Stranieri – Renato Zero

By |

Album: Artide Antartide (1981)
Testo della canzone Stranieri di Renato Zero
Morire qui in città 
Davvero costa niente!
Apparente vita che
Un finto abbraccio è.
E l’allegria va via,
Dai volti della gente.
Nel fumo grigio tu,
Non ti distingui più.
Che occhi grandi hai!
Ma il sole han visto mai?
Lo so ti perderò
Con l’ultimo metrò.
Sorpassami anche tu!
Almeno tu Arrivassi!
O magari tornerai
Ai vecchi occhi tuoi.
E’ assurdo stare qua
Assurdo è regalarti
A questa tua città ,
Che muore e non lo sa.
Che mani grandi hai!
Cosa stringono mai?
Il rumore di città ,
Il pianto tuo soffocherà .
Ed io ti perderòAncora!!!
Vicoli ciechi,
Il pane per pochi,
Di violenza finché ne vuoi.
Un cielo sconfitto,
Una preghiera in affitto
E sogni sfrattati,
Di giorni ormai segnati
Non sembra vero
Ma qui, non siamo più al sicuro!
Malata di cancro, la poesia.
L’asfalto è rovente
La noia sempre più invadente
E noi, più soli, più stranieri che mai! Che cosa siamo noi.
Le luci di città 
Inutile richiamo.
Sciocca curiosità ,
Drogata fantasia
Ignara è la città 
Ma c’è chi fa l’amore!
L’amore è ancora qua
L’amore è qui in città ,
E non s’arrenderà  l’amore!
Tutte le canzoni di Renato Zero