Testo Ti ho creduto di Giordana Angi

By |

Testo della canzone Ti ho creduto di Giordana Angi

Non volevo proprio alzarmi
questa mattina non volevo proprio alzarmi,
ma mia madre ha cominciato ad urlare
non ha avuto neanche il tempo di abbracciarmi
“La colazione è pronta, vado a lavorare
a scuola le parole diventano botte
perché tutti sanno solo giudicare
e i miei sentimenti sono ossa rotte
e comincio a stare bene
quando all’uscita di scuola
c’è sempre quel signore che vuol giocare con me.

Questa mattina non riesco ad alzarmi
tanto mia madre non si accorge che sto male
per lei sono uno dei tanti rimorsi
per questo penso a te che mi sai ascoltare
non vedo l’ora di compiere diciott’anni
per scordare tutto questo mio dolore
forse non so se riuscirò a guardarmi e se
il tuo sudore andrà via col sapone.

Avevi detto che volevi essere solo un mio amico e ti ho creduto, ti ho creduto,
ti ho creduto e mi hai promesso che mi avresti preso un bel gelato
e ti ho creduto, ti ho creduto, ti ho creduto
e allora togli quella bocca che la barba mi fa male
e lasciami le gambe che da grande ci devo ballare
ci devo ballare.

Questa mattina non riesco ad accettarmi
chissà a trent’anni cosa penserò di me
se riuscirò ancora ad innamorarmi
o se qualcuno poi lo farà per me
ma forse è colpa mia, è colpa mia
che piango da sola davanti a questo specchio
chissà se riuscirai a diventare vecchio
e dove troverò il coraggio di sputarti addosso.

Avevi detto che volevi essere solo un mio amico e ti ho creduto, ti ho creduto,
ti ho creduto e mi hai promesso che mi avresti preso un bel gelato
e t’ho creduto
ti ho creduto, ti ho creduto
e allora togli quella bocca che la barba mi fa male
lasciami le gambe che da grande ci devo ballare
ci devo ballare
ci devo ballare
ci devo ballare
ci devo ballare.

Questa mattina Sara non riesce ad alzarsi
tanto nessuno qui si accorge che sta male.

Tutte le canzoni di Giordana Angi